Società Protezione Animali Bellinzona

  • Home
  • News
  • Un 2016 molto impegnativo per la SPAB

Un 2016 molto impegnativo per la SPAB

Lo scorso anno il lavoro non è certo mancato al Comitato, agli ispettori e ai volontari della Società protezione animali di Bellinzona. Sono infatti stati oltre un migliaio gli interventi effettuati in tutto il Cantone. Dal gattone rimasto bloccato in cima all'albero, alle pecore che non sapevano più come lasciare scomode posizioni sulle cenge delle nostre montagne, dal recupero alla liberazione di numerosi rapaci fino alla vicenda di Fortuna, la cagnolina che la SPAB ha recuperato lo scorso autunno sotto i cespugli che dividono le carreggiate dell'autostrada A2 a Bellinzona.

 

Il migliaio di interventi hanno portato al recupero, alla cura e alla rimessa in libertà di circa 1'500 animali tra domestici e selvatici. Sono pure stati soccorsi e curati numerosi cigni di Ceresio e Verbano, installati numerosi nidi per i balestrucci e la SPAB ha dovuto fare capo all'aiuto degli elicotteri per sei volte percorrendo su e giù per le strade della Svizzera italiana oltre 250'000 km con i suoi mezzi.

 

Questa immensa mole di lavoro è stata illustrata sabato, dal presidente SPAB Emanuele Besomi ai numerosi soci che hanno affollato l'assemblea generale ordinaria della Società. Besomi ha, ovviamente dopo aver ripercorso le molteplici attività SPAB del 2016, ha altresì posto l'accento, durante la sua relazione, sulle brutte abitudini di taluni di abbandonare, ancora nel Terzo millennio, animali sulle strade o autostrade del territorio della Svizzera italiana. « Negli ultimi anni, grazie ad una maggiore sensibilizzazione della popolazione ha permesso di ridurre il fenomeno dell'abbandono ai minimi termini. Tuttavia lo stesso non è del tutto scomparso. Per cui la SPAB inviata ancora una volta tutti coloro che volessero adottare un cucciolo, oltre a rendersi conto dell'impegno che ciò comporta, di diffidare nel modo assoluto di preseunte associazioni animaliste nazionali o estere e dagli acquisti online. Un ottimo sistema per bloccare il redditizio traffico illegale di animali ».

 

Un 2016 molto impegnativo per la SPAB