• Home
  • News
  • Scioccante recupero di 18 cagnolini a Lugano

Scioccante recupero di 18 cagnolini a Lugano

Venerdì scorso, il picchetto della Società Protezione animali di Bellinzona è stato chiamato dal veterinario cantonale per recuperare 18 cani di piccola taglia in un appartamento a Lugano.

 

La situazione che si è presentata agli occhi dei due volontari della SPAB è stata sconcertante e scioccante.

 

L‘appartamento si era trasformato in una discarica con ogni sorta di rifiuto e di immondizia abbandonata tanto da formare uno strato di pattume sul pavimento alto oltre 30 centimetri. Dal pattume arrivava un odore nauseabondo tanto da non poter escludere addirittura la presenza di animali morti da tempo nascosti tra l'enorme mole di rifiuti.

 

Le operazioni di recupero dei 18 cagnolini si sono rivelate oltremodo complicate in quanto gli animali si rifugiavano tra il pattume, nel quale avevano scavato sorte di tunnel a mo' di cuccia, e per l'attenzione che bisognava prestare per eviatre di calpestare qualche animale nascosto nella spazzatura.

 

Al termine delle operazioni di recupero i 18 cani sono stati trasportati al sicuro Rifugio della SPAB. Parecchi di loro sono molto impauriti e taluni mostrano alcune patologie importanti ma nessuno è in pericolo di vita. Da una prima verifica sembra che nessuno dei poveri cagnolini abbia un microchip identificativo. In giornata è prevista la visita veterinaria approfondita e l’inizio di una massiccia profilassi antiparassitaria.

 

Questo è sicuramente uno degli interventi più gravi eseguiti dalla SPAB negli ultimi 15 anni dopo quello della fattoria di Cagiallo, per numero di animali coinvolti e per lo stato di degrado dell’appartamento in cui persone in grave difficoltà vivevano.

 

Scioccante recupero di 18 cagnolini a Lugano