Salviamo la Pernice bianca

Le Alpi sono particolarmente colpite dal surriscaldamento del clima. La temperatura media è già aumentata di 2°C, il doppio rispetto alla media globale. Le temperature aumenteranno anche nei prossimi decenni. L’entità del futuro incremento dipenderà dalle misure che gli Stati adotteranno per abbattere le emissioni di CO₂ nell’atmosfera. L’aumento delle temperature sta provocando la progressiva scomparsa di ghiacciai e nevai, e un innalzamento del limite del bosco. Questa tendenza ha ripercussioni negative sull’estensione dell’habitat della Pernice bianca. La maggior parte della popolazione vive tra 2000m e 2800m di altitudine. La Pernice bianca si è adattata in modo eccezionale al freddo gelido e alle dure condizioni di vita dell’alta montagna. Viceversa, se la temperatura supera i 15 gradi, la specie entra in grande sofferenza. La risposta della specie all’aumento della temperatura è lo spostamento a quote sempre più alte. In Ticino la quota media è aumentata di 150 metri circa tra il 1996 e il 2015, la popolazione è diminuita del 46%. È tempo di intervenire se si vuole dare una chance di sopravvivenza in più alla Pernice bianca. Nel luglio scorso, il Dipartimento del Territorio ha deciso di introdurre una moratoria di 2 anni per la Pernice bianca. Una proposta motivata dal trend negativo della specie e dalla situazione climatica critica. La caccia alla Pernice è già stata chiusa, ad esempio, sul versante meridionale dell’intero arco alpino occidentale. La sopravvivenza della specie è altamente a rischio, soprattutto a Sud delle Alpi, dove gli effetti dei cambiamenti climatici sono maggiori.

  

Conosciamo meglio la Pernice bianca

La pernice vive in alta montagna, al limite delle nevi perenni. Frequenta i versanti aperti, le creste, i pendii di erbe e rocce. Si è adattata in modo eccezionale al freddo gelido e alle dure condizioni di vita dell'alta montagna. Se la temperatura supera i 15 gradi, l'uccello comincia ad avere troppo caldo e si ritira in luoghi ombreggiati. La pernice bianca misura circa 35 cm di lunghezza e pesa 400/600 gr. Il colore del piumaggio della pernice cambia nel corso delle stagioni, in modo da confondersi con l’ambiente: questa strategia è detta mimetismo. La pernice è totalmente bianca d’inverno mentre con la muta primaverile il corpo diventa grigio, salvo le ali che restano bianche. È presente in America del Nord, nel nord-est dell’Asia e in Europa settentrionale. La pernice è un uccello principalmente vegetariana; mangia bacche, semi, germogli e amenti. I pulcini integrano questa alimentazione con piccoli invertebrati (insetti, piccoli molluschi, ragni). I principali predatori della pernice bianca sono la volpe, l’ermellino, la faina, l’aquila reale.

Salviamo la Pernice bianca