• Home
  • News
  • LA SPAB si fa conoscere in Giappone

LA SPAB si fa conoscere in Giappone

Gradita visita al Rifugio della SPAB di Gorduno Gnosca da parte della presidente di un'organizzazione per la protezione animali giapponese con sede a Tokyo.

La signora Eri Mine, in Ticino per questioni private, ha voluto conoscere la realtà della protezione degli animali alle nostre latitudine.

La presidentessa ha quindi chiesto alla sua guida di poter visitare il Rifugio SPAB di Gorduno Gnosca per conoscere le problematiche legate al maltrattamento, all'abbandono di animali, all'adozione e via elencando.

Per la SPAB si è rivelato interessante e per certi versi sorprendente, discutendo con Eri Mine, scoprire che in una naziona come il Giappone vivano ben 23,3 milioni di cani e gatti e che, paradossalmente, i bambini tra gli 0 e i 15 anni sono solo circa 15 milioni... Un fenomeno che la grdita ospite ha definito « preoccupante » in quanto parrrebbe che le giovani coppie nipponiche preferiscano adottar eun animale piuttosto che avere figli... Di conseguenza il numero di cani e gatti è aumentato negli ultimi dieci anni in maniera vertiginosa portando il rapporto tra la popolazione e gli animali domestici a 1 cane (o gatto) ogni 5,3 abitanti.

Di pari passo anche le strutture per l'accoglienza di animali trovatelli o ceduti devono essere adattate. Secondo dati non confermati che la presidnetessa ha illustrato alla SPAB durante la sua visita, sembra che nella sola Tokyo (megalopoli da 9,2 milioni di abitanti) vengano annualmente soppressi circa 10'000 animali in quanto non vi sono ancora rifugi e organizzazioni in grado di curarli e riaffidarli.

Per questo anche a Tokyo stanno nascendo associazioni come la SPAB in grado di prendere in consegna gli animali e poterli riaffidare a nuove famiglie.

Eri Mine è ripartita alla volta del Paese del Sol Levante con nuove conoscenze e che in una piccola nazione come la Svizzera (che tutta assieme conta meno abitanti della sola Tokyo) vi sono associazioni, da oltre 60 anni, che operano a favore del benessere di tutti gli animali.

 

LA SPAB si fa conoscere in Giappone