• Home
  • News
  • Impegnativo recupero della gatta Meggi a Vezia

Impegnativo recupero della gatta Meggi a Vezia

 

La gatta Meggi ha deciso, lo scorso venerdì, di dare un'occhiata la mondo esterno. Con un bel balzo è saltata dal balcone di un appartemtno di Vezia ed ha iniziato la sua avventura nei dintorni di casa. Forse la presenza di un altro animale o un improvviso spavento ha però messo a dura prova la voglia di libertà della giovane gatta di sei mesi che si è arrampicata in tutta fretta su un albero alto oltre una trentina di metri. La discesa si è subito rivelata problemtaica per la gattona, tanto che l'animale ha deciso di rimenere sull'improvvisato rifugio durante tutta al notte. Sabato ha iniziato a miagolare in cerca di aiuto e nemmeno le piogge dello scorso fine settimana l'hanno spinta a tentare la discesa per far ritorno a casa. I proprietari, indivutato l'animale, hanno quindi interpellato gli ispettori della Società protezione animali di Bellinzona che si sono recati sul posto con tutta l'atrezzatura necessaria per cercare di recupere il felino. I bravi ispettori della SPAB, coadivuati da un rocciatore, hanno tentanto un paio di volte di recuperare Meggi ma, come si sa, i gatti hanno una loro particolare indipendenza e anche in questo caso, invece di farsi aiutare a scendere dalla quindicina di metri dove si era posizionata, Meggi ha pensato di non farsi prendere ed è salita ancora più in alto sull'albero andandosi a posizionare su un sottile ramo. Agli ispettori della SPAB non è rimasto che interpellare i pompieri di Lugano che si sono recati a Vezia con l'apposita autoscala per cercare di poter infine recuperare la bestiola. Purtroppo anche questa soluzione non è si è verificata utile dato che il micio, forse impaurito, è scivolato dalla scomoda posizione dove si trovava per poi planare, tra un ramo e l'altro, sul sottostante prato. Dopo la classica e proverbiale scrollatina, Meggi si è guardata attorno ed corsa a casa dove l'attendevano i suoi proprietari, un bel piatto di croccantini e tante coccole per porre fine, fortunatamente illesa, alla sua prima esplorazione dei dintorni.

 

 

 

 

Impegnativo recupero della gatta Meggi a Vezia