Icaro ritrova la libertà

E’ stato chiamato Icaro, lo splendido nibbio bruno recuperato dagli ispettori SPAB nel Mendrisiotto nel mese di settembre dello scorso anno. 

A causa del suo stato di salute, il rapace ha dovuto essere curato per diverse settimane al centro di cura per animali selvatici della SPAB a Gorduno, e non ha potuto effettuare la sua normale migrazione. 

Infatti, con l’avvicinarsi dell’autunno il nibbio bruno migra nelle zone subsahariane per svernare da dove poi torna tra marzo ed aprile. In Ticino è presente in tutto il Sottoceneri e nel Bellinzonese. 

La sua liberazione è quindi avvenuta dalla terrazza della chiesa di San Sebastiano ad Artore frazione di Bellinzona da dove ha potuto orientarsi e sfruttando le correnti termiche prendere quota ed allontanarsi.

Icaro ritrova la libertà