• Home
  • News
  • Fortuna salvata in extremis da morte certa

Fortuna salvata in extremis da morte certa

 

È stata chiamata Fortuna, un cucciolo femmina di segugio di pochi mesi, recuperata sull’autostrada A2 all’altezza dello svincolo di Bellinzona Nord.

Domenica pomeriggio, il picchetto della Protezione animali di Bellinzona è stato allarmato da un’automobilista che trasnistava sulla A2 in direzione nord. La segnalazione rigurdava un cagnolino ferito e rintanato nello spartitraffico centrale dell’autostrada presso lo svincolo di Bellinzona nord. Subito il Team di soccorso della SPAB si è portato sul luogo e, visto il forte traffico, ha richiesto la collaborazione di una pattuglia della polizia per mettere in sicurezza l’area interessata.

Dopo aver più volte setacciato la zona, della piccola cagnetta, però, non c'era traccia.

La segnalazione era tuttavia molto precisa ed il cane dal guidovia centrale non poteva aver attraversato la carreggiata. Le brave ispettrici della Spab hanno quindi deciso di ritornare ed attendere presso l’entrata di Bellinzona Sud eventuali altre segnalazioni.

Infatti dopo 15 minuti un’altra chiamata confermava la presenza dell’animale leggermente più a sud. Prima di eseguire il secondo intervento alla polizia cantonale è stato richiesto il blocco del traffico al fine da permettere un’ispezione più approfondita dello spartitraffico centrale. I bravi agenti hanno quindi provveduto a bloccare la circolazione e le due ispettrici, Mascia e Nicla Brughelli, hanno setacciato palmo a palmo i cespugli.

Fortuna era infatti rannicchiata, fradicia, impaurita e ferita, proprio in uno di questi cespugli.

Il veterinario, dopo un’approfondita visita, ha constatato una frattura multipla della tibia e del perone risalente però a qualche giorno prima e diverse altre contusioni ed escoriazioni.

Fortuna sarà sottoposta ad una complessa e costosa operazione nei prossimi giorni, (Eventuali contributi potranno essere versati sul conto CH 0909000000650057609 menzione FORTUNA) e si spera possa riacquisire piena funzionalità.

Ora resta da chiarire cosa ci facesse un cucciolo di pochi mesi con una gamba rotta sull’autostrada senza chip d’identificazione.

Un’ ipotesi plausibile potrebbe essere riconducibile ad un traffico illegale di cani provenienti dall’estero. La povera cagnolina potrebbe, a causa della frattura, essere stata gettata in autostrada dal trasportatore o è fuggita ed in seguito investita da un veicolo in transito.

Potrebbe anche darsi che Fortuna sia fuggita da una casa nei dintorni e si sia infilata in autostrada ma al momento questa ipotesi è meno plausibile.

La SPAB da diverso tempo mette in guardia i neo proprietari dall’acquisto di animali via internet ed in special modo quelli provenienti dall’estero. Questi acquisti alimentano il traffico illegale di animali sottoponendo le bestiole ad estenuanti viaggi in condizioni pietose e in parecchi casi gli animali muoiono di stenti.

 

 

Fortuna salvata in extremis da morte certa