• Home
  • News
  • Fly salvata dalle acque della Carmena

Fly salvata dalle acque della Carmena

Impegnativo intervento per i soccorristori della Società protezione animali di Bellinzona. Lunedì sera alle ore 18’30 il picchetto della SPAB è stato allertato da un escursionista che segnalava la presenza di un cane finito in un dirupo sovrastante il laghetto di Carmena, in Valle Morobbia presso l'omonima diga.

Subito mobilitato, il gruppo d’intervento tecnico della SPAB è partito con il veicolo attrezzato per gli interventi speciali in direzione dello sbarramento idrico.

Giunti sul posto, visto il terreno impervio e reso scivoloso dal temporale del pomeriggio, si è provveduto ad installare una linea di calata atta a permettere al soccorritore sceso per oltre novanta metri, di operare in piena sicurezza.

Al sopraggiungere del volontario SPAB il cane ha subito capito le buone intenzioni dell’uomo in rosso ed ha cominciato a dimenarsi ed abbaiare di gioia. Liberata dai rovi che l’avevano imprigionata, Fly ed il soccorritore sono poi stati recuperati mediante il potente argano a motore Barry Winch da due anni in dotazione alla SPAB. In pochi minuti soccorritore e cane hanno riguadagnato il sentiero sovrastante.

Contattata la proprietaria, che da alcune ore la stava cercando sull’altro versante della valle, Fly ha potuto ritornare scodinzolante e festosa tra le sue braccia e rientrare sana e salva al suo comodo giaciglio.

Si è poi capito che a causa di un violento ed improvviso tuono il cane si era spaventato e correndo all’impazzata aveva percorso diversi chilometri, attraversato la diga, per poi precipitare poco dopo nel dirupo boschivo fino a bordo lago.

Fly salvata dalle acque della Carmena