La capriola dell`arcobaleno

"La capriola dell`arcobaleno Ricuperata da una incomoda posizione con la preziosa collaborazione dei guardia caccia in zone di Palagnedra la giovane capriola è stata svezzata per breve tempo al rifugio SPAB di Gnosca, dove ha imparato a correre. A malincuore Pietro, il bravo curatore specializzato della SPAB le ha celato quel minimo affetto che ognuno le avrebbe elargito. è bene che gli animali, specie quelli selvatici, restino diffidenti nei confronti dell`uomo, la cui specie, purtroppo, annovera qualche malintenzionato. Ora la stagione è lussureggiante ed è giunto il momento di lasciar correre la capriola nel suo habitat naturale. ""Ti abbiamo abbandonata lassù, consci che presto troverai i tuoi compagni. E l`arcobaleno ti ha accolta, a braccia aperte. Di lui ti puoi fidare"". Capitan Arloc con Pietro e Ema. "